Educazione

12.9.2017

I criteri per l'acquisto dei giocattoli

A cosa stai attenta quando compri i giocattoli per i bambini? Controlli che siano sicuri, adatti all'età del bambino o che stimoli i sensi del bimbo?

Scrivi la risposta
19.6.2017

Hai paura di crescere un mammone?

Ogni mamma vuole solo il meglio per il suo figlio e farebbe di tutto per lui. Quando diventa troppo? Dov'è il limite? Quando una madre protegge troppo il proprio figlio e lo fa diventare mammone?

Scrivi la risposta
6.9.2016

Perché coinvolgere il bambino nei lavori?

Il fatto che i bambini siano un po’ codardi sarebbe da collegare ai genitori che intervengono troppo presto per aiutarli se sono  difficoltà. Superare gli ostacoli in maniera indipendentemente, dà al bambino una sensazione di coraggio. Gli psicologi affermano che, prendendo le proprie decisioni, i bambini imparano lentamente che le loro azioni hanno delle conseguenze e con questo di essere capaci a superare gli ostacoli della vita da soli. Puoi insegnare tutto ciò coinvolgendo il bambino nei lavoretti come le faccende di casa o incoraggiandolo a trovare da solo un’attività che gli interessa, che deve iniziare a intraprendere scoprendo in questo modo di che cosa è capace. Quali lavori preferisci far fare al tuo bimbo o bimba?

Scrivi la risposta
22.7.2016

Caratteristiche di genitori di bambini che non hanno successo

I genitori dei bambini che non hanno successo hanno 6 caratteristiche in comune

Una ricerca della rivista scientifica americana Educational Psychology Review ha dimostrato che i genitori di bambini che non hanno successo e di quelli problematici hanno 6 caratteristiche in comune. Per i bambini problematici sono stati riscontrati i seguenti tipi di educazione:

- genitori autoritari: essere troppo esigenti ha un effetto negativo sulla comunicazione del bambino e sui risultati peggiori ottenuti a scuola
- guardare la tv: i bambini avrebbero problemi di vocabolario mentre quelli che fino a tre anni di età guardano troppa televisione, probabilmente potrebbero essere più aggressivi con i coetanei
- gridare, offendere, bestemmiare avrebbero la stessa influenza dell'aggressività fisica
- troppo monitoraggio del bambino porterebbe più velocemente alla depressione e all'ansia rendendolo più timido e meno aperto a nuove idee
- frenare troppo i sentimenti, da parte dei genitori, influirebbe sull'incertezza, i problemi comportamentali e l'angoscia emotiva del bambino.
- la ricerca ha inoltre dimostrato che dare patte sul sederino influirebbe negativamente sul bambino. I bimbi che hanno subito questo tipo di comportamento da parte dei genitori avevano più problemi comportamentali, disturbavano di più durante le lezioni a scuola e avevano problemi di apprendimento. Dare le patte sul sedere viene collegato addirittura a problemi di tipo psichico.

Scrivi la risposta
11.7.2016

I selfie fanno diventare i nostri bambini egoisti?

La sicurezza di sé è composta da due elementi: autosoddisfazione e autocompiacimento da una parte e una sensazione di forza e controllo della vita dall'altra. Nei casi in cui l'attenzione è indirizzata solo verso una di queste due parti, l'equilibrio si spezza. Poiché la natura dei selfie è focalizzata solo sull'autoritratto, insegna ai bambini a focalizzarsi su sé stessi invece di far loro considerare, empaticamente, la società come una moltitudine di persone.

Credi che i selfie scattati già in giovane età possano avere effetti negativi sul bambino e sul suo modo di approcciarsi al mondo?

Scrivi la risposta
11.7.2016

Il cervello »gestazionale« è un mito?

 

Durante la gravidanza succedono tanti cambiamenti nel cervello che sono la fonte dello sviluppo del legame tra mamma e piccolo. Secondo le ricerche effettuate, questi cambiamenti vengono percepiti nell'area del cervello della mamma che è connessa con lo sviluppo della sensazione materna, nel centro di perfezionamento delle funzioni del cervello e nelle aree collegate al prendere decisioni, all'apprendimento e al provare sentimenti. Poiché il cervello lavora e si adatta di più alle nuove condizioni venutesi a creare nel corpo durante la gravidanza e nei primi tre mesi dopo il parto, è logico che presti meno attenzione alle altre funzioni corporali. Molte neo mamme, infatti, si lamentano di dimenticare spesso dove hanno posato le cose e hanno maggiori problemi a concentrarsi. Ti sei accorta di avere il cervello »gestazionale« anche tu?

Scrivi la risposta
6.7.2015

Chì è più severo dei due?

Un tempo valeva che le mame sono dolci e pazienti, mentre i papà più severi. Non sempre è così però al giorno d'oggi. A casa vostra chi è il genitore più severo?

Scrivi la risposta