Decimo mese

Decimo mese

Già prima del primo compleanno la maggioranza dei bambini si alza in piedi e inizia camminare con l’aiuto di un appoggio. Un giorno il bambino realizzerà che gli piacerebbe tenere in mano anche la cose che stanno sul mobile più alto. Lo raggiungerà a carponi, si alzerà sulle ginocchia, si aggrapperà a uno scaffale e, appoggiandosi su una gamba, un po’ si tirerà, un po’ si spingerà in posizione eretta. Anche in questa fase dello sviluppo motorio entrerà grazie alla curiosità.

Vedo lontano

Con l’aumentare delle distanze che il piccolo percorre da solo, migliora anche la sua vista, adesso quasi equivalente alla vista degli adulti. Non sorprenderti quindi se quando aspetterete il papà davanti alla finestra, il piccolo si rallegrerà quando apparirà sotto casa. Può altrettanto riconoscere il giocattolo che si trova dall’altra parte della stanza e precipitarsi entusiasticamente nella sua direzione.

Dedicato al gioco

Adesso il bambino si intrattiene da solo con qualche giocattolo per più tempo. Magari svuoterà qualche secchio dagli oggetti che contiene o li butterà dentro, magari esaminerà con i ditini tutti i tasti di un giocattolo o mordicchierà ogni mattoncino con cui hai costruito una torre. Cercherà anche di giocare con i genitori. Ti cederà il giocattolo con il quale gioca, ma già un attimo dopo proverà a riprenderselo.

No

A questo punto il bambino conosce il significato della parola no, quando viene usata, il che però non significa che le darà retta. Usa questa parola quando vuole fare qualcosa di davvero pericoloso o dannoso, allontanandolo dal posto affinché non possa continuare. In questo modo imparerà che la pensi seriamente.

Il tuo piccolo si è già alzato in piedi? Scrivilo nel diario!