Quarto mese

Quarto mese

Gli organi interni del bambino sono sempre più complessi, alcuni assumono già compiti fondamentali. Il fegato e i reni lavorano, mentre i polmoni stanno imparando a svolgere la loro funzione vitale. La placenta ha ancora il ruolo di apportare le sostanze nutritive, gli ormoni e l’ossigeno. Con le nausee e la stanchezza in declino, la mamma potrà finalmente respirare con più facilità.

Il bambino

In questo mese il bambino crescerà il doppio – alla fine sarà grande più o meno come un avocado. Il piccolo corpo cresce con ritmo accellerato, guadagnando terreno sulla testa, che in questo momento rappresenta solo un terzo del corpo intero. Le braccia si sono proporzionate, le mani si sono formate nei dettagli e il collo è diventato abbastanza robusto da consentire al piccolo di girare la testa. La peluria inizia a ricoprire il corpo, regolando la temperatura corporea.

Il bambino è già capace di aprire e chiudere le mani ed è in genere molto attivo. Respirando il liquido amniotico, i polmoni si addestrano e si sviluppano, nonostante il bambino riceva ancora l’ossigeno dalla placenta. Anche se il sistema endocrino del bambino è già funzionale, la placenta gli fornisce ancora gli ormoni e le sostanze nutritive.

Mamma

Adesso che la stanchezza e le nausee si sono probabilmente placate, è importante concentrarsi su uno stile di vita sano con una regolare attività fisica. Concediti una passeggiata all’aria aperta. L’esercizio fisico allevierà anche eventuali problemi di stitichezza.

È interessante che...

Alcuni studi dimostrano che già nel quarto mese il piccolo inizia a percepire i suoni – non attraverso le orecchie, ancora sottosviluppate, ma attraverso la pelle, che avverte le vibrazioni trasmesse dal liquido amniotico. Similmente, anche gli occhi, pur essendo coperti da palpebre, sono capaci di percepire la luce. Con un po’ di fortuna durante l’esame ecografico, il medico potrà rivelare il sesso del bambino.