Piano del parto

Piano del parto

Il piano del parto, corto o lungo che sia, serve a far conoscere al personale dell’ospedale i tuoi desideri e le tue aspettative. È comunque molto probabile che alla fine il parto avvenga in un modo assai diverso del previsto.
 

Includi nel piano del parto i tuoi desideri in merito ai seguenti aspetti:

Ambiente: Dove desideri partorire? In ospedale, in casa di maternità o a casa tua, assistita da un’ostetrica qualificata. Preferisci una stanza oscurata, della musica o altro?

Corso degli eventi nella sala parto: A chi si possono comunicare le informazioni relative al parto? Tipo di camera, modalità di parto, presenza di personale qualificato.

Accompagnatori: Chi desideri avere a fianco durante il parto? Il tuo compagno, altri membri della famiglia e/o la doula (assistente personale). Indica se non gradisci la presenza di studenti.

Procedimenti e interventi: Le tue richieste in merito alla rottura delle membrane, rasatura del pube, clistere, taglio del perineo, possibilità di mangiare e bere durante il travaglio, libertà di muoversi e scegliere le posizioni, uso di attrezzature mediche, accelerazione artificiale del travaglio, metodi per lenire i dolori e altri procedimenti.

Corso degli eventi dopo il parto: Vuoi che il bambino ti sia dato in braccio il prima possibile? Vuoi iniziare ad allattarlo subito dopo il parto? Chi taglia il cordone ombelicale? Conservazione delle cellule staminali (sangue del cordone ombelicale) sì o no? Desideri che il bambino ti stia sempre vicino, che abbia il ciuccio e altro?